Acri
 

Collezioni D'Arte Delle Fondazioni

Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi

La Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi nasce nel 1992 come ideale continuazione della Cassa di Risparmio di Jesi istituita nel 1884 da una Società di private persone e approvata con Rescritto Pontificio in data 27 maggio 1844. La Fondazione interviene in azioni di utilità sociale nel suo territorio che comprende i Comuni di Jesi, Barbara, Belvedere Ostrense, Castelbellino, Castelleone di Suasa, Castelplanio, Chiaravalle, Corinaldo, Falconara Marittima, Filottrano, Maiolati Spontini, Mergo, Monsano, Montecarotto, Montemarciano, Monteroberto, Monte San Vito, Morro d’Alba, Ostra, Ostra Vetere, Poggio San Marcello, Rosora, San Marcello, Santa Maria Nuova, Senigallia e Treccastelli. La Fondazione ha scelto principalmente di giocare un ruolo attivo nella conservazione e nella promozione del patrimonio artistico del territorio, attraverso una speciale attenzione ad iniziative culturali di alto profilo, favorendone, ove possibile, la realizzazione e il successo. La stessa storica sede, situata all’interno di Palazzo Bisaccioni si propone ormai da molti anni come luogo di aggregazione culturale in cui, oltre alla prestigiosa collezione della Fondazione, è possibile fruire di una ampia offerta di attività espositive oltre che di conferenze e incontri formativi. Nel corso degli ultimi anni la Fondazione è stata particolarmente sollecita nell’attività di valorizzazione e conservazione di opere d’arte presenti sul territorio, restaurando numerose tele che, attraverso contratto di comodato, sono andate ad arricchire la collezione.

 

PALAZZO BISACCIONI
Piazza Angelo Colocci, 4
60035 JESI
tel.: 0731 207523
fax: 0731 207683
mail:  info@fondazionecrj.it
web:  www.fondazionecrj.it

 

 Collezione

 

Denominazione
Collezione della Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi

 

Descrizione
Insieme delle opere d’arte possedute dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi risulta essere l’esito di un concorso di avvenimenti in cui non è possibile individuare un progetto collezionistico predeterminato. L’ambito di afferenza cronologica va dal secolo XVI ai nostri giorni, con una prevalenza di testimonianze pittoriche seicentesche soprattutto di ambito emiliano, ed una quasi esclusiva presenza di artisti marchigiani, se non proprio jesini, per la parte relativa al Novecento. La provenienza delle opere è individuabile nel territorio della Vallesina, confermando la preferenza delle famiglie nobili locali verso il caldo naturalismo dell’arte bolognese. Di grande interesse è il nucleo di dipinto del Seicento per i risvolti di natura culturale che implicano; si tratta infatti per lo più di repliche di quadri di artisti bolognesi, fiamminghi, romani che attestano la diffusione di modelli iconografici di grande successo provenienti spesso dalle stesse botteghe del prototipo. La scelta di ambito territoriale si esplica con più precisione nel nucleo di oli e disegni novecenteschi, la cui acquisizione da parte della Fondazione corrisponde ad un criterio di valorizzazione e promozione degli artisti marchigiani.

 

Informazioni
Sede espositiva: Palazzo Bisaccioni,  Piazza Angelo Colocci 4
Referente: Segreteria Fondazione
Telefono: 0731 207523
Orari di apertura:  9.30-13.00/15.30-19.30  chiuso il 25 dicembre e il 1° gennaio